Dott.ssa Claudia Scarpati

Dottoressa Claudia Scarpati

 

Psicologa e Psicoterapeuta
Cell. 340 8048443

Viale dell'Aeronautica, 12 - 00144 Roma

 

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it

 

Sono una psicologa psicoterapeuta familiare.

Come tale, mi occupo da sempre di famiglie e coppie in crisi, ma anche di situazioni individuali nelle quali la motivazione alla richiesta di aiuto è la fine di una relazione sentimentale.

Negli ultimi anni è aumentata vertiginosamente la richiesta da parte di donne (secondo il DSM-IV il 75% delle persone con Disturbo Narcisistico di Personalità sono uomini) che vivono uno stato di dolore profondo in seguito alla fine traumatica del loro rapporto di coppia.

L'elemento che contraddistingue queste richieste è uno: la relazione con un narcisista.

La crescente richiesta ed il dilagare di questa patologia, nota come Disturbo Narcisistico di Personalità, mi ha spinta a creare un sito che possa essere non solo di divulgazione ed informazione sulle caratteristiche del narcisista e delle dinamiche di coppia con un narcisista, ma anche di sostegno e di aiuto a tutte quelle persone che si trovano a dover affrontare questa esperienza così devastante. 

 

Esistono molte similitudini nei sintomi presentati dalle vittime di abuso, tuttavia è importante sottolineare il fatto che ci sono anche grandi differenze nel livello di sofferenza che una vittima di narcisista ha subìto.

Le vittime di narcisista sperimentano infatti l'abuso sostanzialmente ad ogni livello: mentale, emotivo, psicologico e fisico; molte di loro presentano le caratteristiche del Disturbo Post-Traumatico da Stress, della Sindrome di Stoccolma, e tutta una serie di sintomi che necessitano una particolare attenzione e preparazione clinica.

Ciò che è stato rilevato in ambito clinico è che molte pazienti presentavano tutta una serie di sintomi tipici di chi ha subìto un trauma psico-emotivo, senza però essere assolutamente consapevoli di aver vissuto un trauma di tali proporzioni.

Le varie ricerche hanno messo in evidenza come tutte queste persone avessero in effetti una cosa in comune: erano tutte vittime di un narcisista.

Ad oggi, c'è pochissima letteratura riguardo le vittime di narcisismo e su quali siano le conseguenze dell'abuso in un'esperienza di questo tipo, e spesso le vittime cercano disperatamente qualcuno che le aiuti a riprendere il controllo della propria vita.

Non a caso, nei forum di discussione sul narcisismo, è frequente leggere da parte delle vittime commenti rispetto al fatto che non si sentano comprese dal proprio terapeuta rispetto alla profondità del livello di sofferenza che hanno vissuto (o stanno ancora vivendo) e raramente viene loro descritto il concetto di abuso narcisistico.

E' fondamentale trovare un terapeuta che conosca a fondo tutte le dinamiche del narcisista in modo da comprendere profondamente il trauma vissuto dalla vittima, il livello di sofferenza e le conseguenze che il comportamento del narcisista ha avuto sulla vittima.

E' fondamentale che il terapeuta conosca la differenza tra le due principali forme di narcisista (covert e overt) e che abbia dimestichezza con la rabbia del narcisista; è proprio la conoscenza della portata della rabbia del narcisista che permette di comprendere il livello di controllo esercitato dal narcisista sulla propria vittima.

Inoltre, un terapeuta allenato a lavorare sul narcisismo, dovrà conoscere a fondo le tecniche di gaslighting utilizzate dal narcisista e la dissonanza cognitiva che ne deriva, come forma estrema di abuso psicologico.

Nel mio lavoro con le persone affette da Sindrome da Vittima di Narcisismo, uno degli aspetti che emerge maggiormente è proprio dato dal fatto che la vittima non abbia assolutamente idea di cosa le sia effettivamente successo ed è sostanzialmente stravolta dal non comprendere le dinamiche nelle quali è stata coinvolta.

Il primo passo del percorso terapeutico consiste quindi proprio nel dare alla paziente le informazioni necessarie per comprendere gli elementi  principali che caratterizzano l'abuso narcisistico, in modo che le vittime possano iniziare a dare un senso a ciò che è realmente accaduto e svelare gradualmente la propria esperienza, comprendendola.

Senza queste informazioni si rischia di lasciare la paziente in un profondo stato di vulnerabilità, esposta alle future nuove trappole del narcisista.

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it

 

 

Una volta che il narcisista sarà uscito dalla tua vita, scoprirai che tutto inizia ad avere un senso.

La confusione si dipanerà ed il tuo equilibrio tornerà a guidare i tuoi pensieri, le tue emozioni ed i tuoi comportamenti.

 

Il narcisista è un individuo fortemente disturbato sul piano psico-affettivo, emotivamente arido ed incapace di cambiamento.

Il narcisista non cambia, ed è per questo che raramente entra in terapia, se non quando si trova in uno stato depressivo. In virtù di questa impossibilità al cambiamento, è altrettanto impossibile curare la relazione tossica e perversa che il narcisista crea.

 

Attraverso il percorso psicoterapeutico e l'elaborazione delle ferite profonde lasciate dal narcisista, posso darti un nuovo punto di partenza e di osservazione e posso darti gli strumenti che ti consentiranno di tornare a sentirti felice.

Imparerai a fidarti di nuovo del tuo istinto e delle tue percezioni e a vivere la tua vita con la saggezza di chi è sopravvissuto ad uno tsunami emotivo.

La tua intuizione ed il tuo istinto sono la più grande difesa che hai contro i narcisisti perversi, i vampiri emotivi, i manipolatori.

È un’abilità che non potrà mai essere manipolata e, una volta che l’avrai appresa, la userai per tutta la vita.

Puoi quindi dire addio alle triangolazioni amorose, ai messaggi ambigui, ai dubbi continui, all’ansia persistente.

Non ti troverai mai più nell’attesa disperata di un messaggio di risposta o di fronte al muro del silenzio.

Non censurerai mai più te stessa e la tua dignità per la paura di perdere la “relazione perfetta”.

Non sarai più coinvolta nei giochi mentali perversi di un narcisista.

Puoi uscire dal dolore e tornare ad essere libera.

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it

 

In seguito alla fine della relazione con un narcisista, ogni donna deve affrontare la battaglia della sfiducia: di chi si può davvero fidare oggi? Le sembrerà di star impazzendo, poiché si troverà a desiderare fortemente di credere in un nuovo incontro, ma si sentirà terrorizzata e, istintivamente, sarà nella continua attesa di una nuova manipolazione.
Dovrà allora re-imparare a fidarsi del proprio istinto, investire del tempo per rientrare in contatto con i propri sentimenti e le proprie emozioni.
Scoprirà che molte relazioni del passato necessitano di essere rivisitate e, via via che abbandonerà modelli relazionali tossici e disfunzionali, inevitabilmente si creeranno relazioni più sane nella sua vita.
Smetterà di chiedersi "Gli piaccio?" ed inizierà a chiedersi "Mi piace davvero?".

Analizziamo quindi cosa è normale e cosa non lo è:

- se il tuo compagno passa improvvisamente dall'essere affascinato da te all'essere annoiato: questo non è normale;

- se ti accusa di essere gelosa dopo aver attivamente e palesemente flirtato o mentito: questo non è normale;

- se ti ritrovi nell'attesa disperata di un messaggio di risposta, laddove agli inizi della relazione le risposte erano immediate: questo non è normale;

- se tutte le ex del tuo compagno erano instabili o "perdutamente innamorate": questo non è normale.

Dopo essere stata abusata da un narcisista, una donna si sente estremamente insicura e vulnerabile; via via che metterà insieme i pezzi, si troverà in uno stato indescrivibile di rabbia e dolore.

Probabilmente, durante la relazione con un narcisista, ha represso le proprie emozioni a lungo ed ha affrontato le difficoltà completamente da sola.

Ma nel momento in cui la relazione ha termine, ogni cosa emerge allo scoperto: si sente indifesa come un neonato e cerca disperatamente qualcuno che sia in grado di comprendere cosa ha affrontato.

E' fondamentale allora trovare qualcuno che sia in grado di supportarla in questo processo di rinascita, che sia un terapeuta o un gruppo di sostegno.

E' inoltre suggeribile non dare inizio ad una nuova relazione per qualche mese, almeno fin quando non si arriverà al punto in cui non si avrà più bisogno né voglia di parlare dell'esperienza che si è vissuta con un narcisista.

C'è bisogno di tempo per ricostruire relazioni sane e stabili; è necessario abbandonare vecchie abitudini e crearne di nuove, sviluppare il proprio istinto ed il proprio intuito, e finalmente comprendere cosa si vuole veramente da se stesse e dalla vita.

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it

 

Guarire dalla fine di una relazione abusante con un narcisista è un percorso estremamente lungo e doloroso. Chi ha vissuto l'esperienza di una relazione con un narcisista potrà sentire momenti in cui sta andando avanti, che si alterneranno a fasi nelle quali avrà la sensazione di aver fatto cento passi indietro.

Le fasi non sono quelle della tradizionale elaborazione del lutto, questo perché, in un certo senso, quella donna  non ha davvero perso qualcosa: in realtà ha guadagnato tutto: semplicemente ancora non lo sa.

La fine di una relazione con un narcisista è molto diversa dalla fine di una relazione sentimentale sana.

L'elaborazione della fine di una relazione con un narcisista richiede molto tempo e chi è sopravvissuto a tale esperienza spesso vive un senso di frustrazione proprio perché non riesce a guarire così velocemente come vorrebbe.

Sia che si sia vissuto un matrimonio di anni che una storia di pochi mesi, il processo di guarigione sarà ugualmente lungo nel caso in cui si tratti di una relazione con un narcisista.

Ci vogliono tra i 12 ed i 24 mesi per uscirne, ed anche allora potrà comunque capitare di avere delle giornate dure.

E' importante cercare di non imporsi un tempo limite.

Giorno dopo giorno si inizieranno di nuovo a vivere momenti positivi, di gioia e di ottimismo.

Questi momenti diventeranno sempre più solidi e duraturi nel tempo attraverso il Non-Contatto assoluto con il narcisista, laddove gradualmente il narcisista scivolerà in un'area remota dei propri ricordi.

Riguardando al passato, si avrà la sensazione che il narcisista sia quasi stato irreale e ci si sentirà incapaci di credere di poter essere stati coinvolte in un'esperienza così delirante, agganciate da qualcuno che ha saputo rispecchiare la propria personalità per poi triangolarla così crudelmente.

La cosa più importante da fare è smettere di incolpare se stesse.

Smettere di pensare che la propria guarigione dovrebbe essere più rapida.

Smettere di pensare che in qualche modo il narcisista abbia vinto sulla sofferenza della propria vittima.

 

Il narcisista ora è fuori dalla tua vita e questo percorso riguarda solo te.

 

 

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it

 

 

La dottoressa Claudia Scarpati, psicologa e psicoterapeuta, si occupa di terapia individuale, terapia familiare e terapia di coppia.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità presso la cattedra di Psicopatologia Generale e dell'Età Evolutiva diretta dal Prof. Luigi Cappelli presso l'università "La Sapienza" di Roma.

Ha conseguito il titolo di Psicoterapeuta ad orientamento Sistemico-Relazionale presso l'Accademia di Psicoterapia della Famiglia, diretta dal Prof. Maurizio Andolfi.

Iscritta all'Ordine degli Psicologi della regione Lazio, n. 12244.

E' fondatrice, Direttrice e Responsabile dell'Area Clinica di due Studi di Psicologia e Psicoterapia "EmotivaMente" e "La Bottega delle Emozioni", entrambi a Roma.

Riceve in:

Viale dell'Aeronautica, 12 - Roma

(Eur Fermi Eur Laurentina Laghetto Aeronautica Europa)

 

Puoi prendere un appuntamento presso lo Studio di Psicologia e Psicoterapia "La Bottega delle Emozioni" di Roma telefonando al numero:

D.ssa Claudia Scarpati - 340 8048443 

 

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it

 

 

 

Attività clinica:

 

- terapia individuale

- terapia di coppia (conflittualità coniugale, separazione, tradimento, sessualità ed intimità nella coppia, difficoltà procreative);
- terapia familiare e terapia in relazione alle nuove forme di famiglia;
- i disturbi di personalità ed i disturbi psicotici (in collaborazione con uno psichiatra)

- disturbi alimentari (Binge Eating Disorder)

 

 

Visita il nuovo sito www.narcisista.it