La relazione con il narcisista.

L'Abbandono

 

 

Il narcisista sceglie attentamente il modo più insensibile, indifferente e devastante che si possa immaginare per lasciare una persona.

L'obiettivo del narcisista è l'auto-distruzione della vittima, distruzione che lo rassicurerà rispetto al fatto che la nuova vittima sia migliore.

Ma, soprattutto, il narcisista desidera la distruzione della propria vittima perchè in realtà la odia; il narcisista odia le qualità di empatia, generosità e tenerezza della propria vittima, qualità che ha dovuto fingere di provare ogni giorno e che non avrà mai e che costantemente gli ricordano il proprio vuoto interiore.

 

 

Il narcisista pianifica la distruzione della propria vittima in modo da renderla completamente indifesa e disarmata nel momento in cui l'abbandonerà, lasciando dietro di sè nient'altro che dolore, confusione e vuoto.

MacKenzie identifica una sorta di lista dei comportamenti che il narcisista mette in atto nel momento in cui intende lasciare la vittima:

  1. manda segnali indiretti che è interessato a qualcun'altra e continua a farlo fin quando la vittima non reagisce;
  2. definisce implicitamente la vittima come gelosa, ossessiva ed esagerata;
  3. il narcisista attiva il trattamento del silenzio per punire la vittima del sue essere gelosa ed ipersensibile;
  4. continua con il punto 3) fin quando la vittima non inizia ad auto-distruggersi;
  5. il narcisista utilizza l'auto-distruzione della vittima per convincere la sua nuova preda di quanto quella sia instabile ed ossessiva, in modo che la nuova preda giustifichi il tradimento come "giusto";
  6. il narcisista utilizza l'auto-distruzione della vittima per convincere i propri amici e parenti che la partner sia completamente pazza, in modo da ottenere pieno sostegno dagli altri nel momento in cui la lascerà;
  7. il narcisista inizia a trattare la vittima con condiscendenza, spiegandole quanto quel comportamento instabile lo stia ferendo e deludendo;
  8. sceglie il modo più insensibile e crudele per lasciare la propria vittima;
  9. il narcisista ostenta publicamente la relazione con la sua nuova vittima, dichiarando apertamente quanto sia felice.

La fine di una relazione sana non avviene mai in questo modo, ma il narcisista vuole assicurarsi del fatto che - quando la relazione finirà - egli potrà risultare innocente, mentre la vittima apparirà come un mostro.

Anche se il narcisista è colui che ha mentito, tradito e manipolato, i comportamenti sopra elencati capovolgeranno la percezione dei fatti a suo favore, lasciando la vittima completamente sola e disarmata.

 

...torna su...

 

Il momento dell'abbandono potrà apparire casuale ed impulsivo, ma in realtà il narcisista ha già calcolato tutto da settimane, se non da mesi.

In questa fase, la vittima inizierà ad avere la sensazione che il narcisista voglia essere lasciato, sentendo dentro di sè che al narcisista non importa più nulla nè di risolvere le problematiche di coppia nè di mantenere in piedi la relazione.

Ma, ovviamente, il narcisista non dice mai tutto questo apertamente.

Egli continuerà a negare qualsiasi intuizione al riguardo e, anzi, capovolgerà tutta la responsabilità sulla vittima, la quale sentirà che è il proprio comportamento l'unica causa della crisi e della incombente fine della relazione.

Il narcisista mette fine alla relazione in modo superficiale e crudele; addirittura può farlo tramite un sms in modo da far sentire la vittima completamente inutile e senza dignità.

Laddove ci fosse un confronto di persona, il narcisista parlerà esclusivamente di sè e di come quella situazione fosse per lui diventata insostenibile; riempirà la testa della vittima di parole senza senso, solo al fine di creare confusione e destabilizzazione.

Ma non farà una parola riguardo la sua nuova preda.

Dopo il momento della rottura, la vittima proverà un dolore estremo, anche peggiore della depressione; sarà come se la sua anima fosse morta.

Anche dopo aver lasciato la vittima, il lavoro del narcisista non è ancora finito.

Il momento preferito dal narcisista per riattuare la triangolazione è proprio la fine della relazione stessa.

Pochi giorni dopo la rottura, il narcisista inizierà a pubblicare foto di se stesso con un'altra, senza alcun imbarazzo nè senso di colpa.

Amici e parenti commenteranno felicemente, confermando il fatto che fossero già a conoscenza del nascere di questa nuova relazione.

Mentre la vittima veniva dipinta come instabile e gelosa, la nuova preda si stava già preparando per la sostituzione.

Il "fan club" del narcisista applaude a piene mani l'eroe che finalmente ha trovato il grande amore della sua vita.

Almeno fino alla prossima vittima.

 

...torna su...

 

 

 

 

 

La dottoressa Claudia Scarpati è psicologa psicoterapeuta, laureata presso la Facoltà di Psicologia dell'Università "La Sapienza" di Roma ed iscritta all'Ordine degli Psicologi della regione Lazio (Roma).
Esercita a Roma, come Direttrice e Responsabile dell'Area Clinica dello studio di Psicologia e Psicoterapia "La Bottega delle Emozioni", sito in

Viale dell'Aeronautica, 12 - Roma

(Eur Fermi Eur Laurentina Laghetto Aeronautica Europa)

 

Puoi prendere un appuntamento presso lo Studio di Psicologia e Psicoterapia "La Bottega delle Emozioni" di Roma telefonando al numero:

D.ssa Claudia Scarpati - 340 8048443